Rivista Il Minotauro

La Rivista

Minotauro40-2_CoverGoogle (Duplicate) (Duplicate) (Duplicate) (Duplicate) (Duplicate)

“Il Minotauro” (ISSN 2037-4216) è una rivista semestrale di Psicologia del Profondo, fondata a Roma da Francesco Paolo Ranzato nel 1973. E’ stata riconosciuta come rivista scientifica dall’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR, Area 11 – Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche). E’ inoltre attualmente in corso il conteggio dell’Impact Factor da parte del “Journal Citation Reports” (Thomson Reuters). Il titolo fa riferimento alla figura della mitologia greca in quanto simbolo della «lotta spirituale contro la rimozione» (Paul Diel, 1952). In questa lettura, l’analisi è vista come la necessaria “discesa agli inferi” attraverso cui è possibile liberarsi dal “labirinto” costruito dalla ragione nel nostro inconscio.
L’autorevole voce rappresentata dalla rivista è attestata, oltre che dalla più che quarantennale pubblicazione, dall’aver ospitato nelle sue pagine studiosi di fama mondiale quali Carl Alfred Meier, Murray Stein, Hans Dieckmann e molti altri.

“Il Minotauro”, in quanto espressione di un particolare approccio alla Psicologia, non si muove all’interno dei ristretti confini di un orientamento “tecnicistico” non rivolgendosi quindi esclusivamente ad un pubblico di specialisti del settore. Al contrario, allarga il suo orizzonte di ricerca ad una serie di tematiche del campo del sapere che spaziano dalle scienze umane ad ambiti quali la Biologia, le Neuroscienze, ma anche l’Antropologia o la Storia delle Religioni. In rapporto alla Psicologia del Profondo, tematica principale nel “Minotauro”, queste scienze si ricongiungono tanto da creare una sorta di Scienza dell’Uomo onnicomprensiva.
Lo spazio che alle diverse tematiche riserverà “Il Minotauro” sarà garanzia di originalità, pur nel solco della tradizione: del resto gli stessi Freud e Jung teorizzavano il possibile costituirsi di una metapsicologia che desse all’uomo piena consapevolezza delle sue profondità e quindi del suo stesso essere.

Oltre agli aspetti strettamente scientifici, la rivista include anche una sezione dedicata alle recensioni di testi di particolare interesse, una parte monografica intitolata “Gli allegati del Minotauro” dove sono pubblicati atti di convegni e tavole rotonde, e una rubrica di lettere al Direttore, per approfondire il contatto diretto con i lettori.

Con l’acquisizione nel 2010 da parte del Gruppo Persiani Editore, la rivista si presenta con una veste grafica rinnovata, ma soprattutto con un nuovo direttore, il dottor Luca Valerio Fabj, Psicoterapeuta specialista in Psicoterapia analitica nonché docente della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia analitica Aìon di Bologna.